Località: Cornisello

Quota: 2.120 m

Telefono: +39 0465-507150

Fax: +39 0465 502048

Gestore: Luca Vidi

Telefono gestore: Luca (338/3986306)

Sito: www.rifugiocornisello.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione

All’inizio della conca morenica dove si è formato il Lago di Cornisello inferiore dominata dalle Cime Ginèr e Cornisello, al cospetto delle Dolomiti di Brenta, il rifugio dispone di 15 posti letto ed è aperto come minimo dal 20 giugno al 20 settembre.

Apertura: 20 giugno

Accessi

strada carrozzabile della Val Nambrone fino al rifugio (10 km).

Itinerari raccomandati

con il sentiero n. 238 e poi il 216 si raggiunge il rifugio Giovanni Segantini in Val d’Amola passando dal pittoresco Lago Nero (ore 1,30). Con il sentiero 239 si raggiunge il lago di Cornisello superiore 2.108 m, e proseguire fino al Lago Vedretta 2.612 m. (ore 2). Da qui si può proseguire seguendo degli “ometti” il costone sulla sinistra orografica del lago in vista delle vedrette di Cornisello e della cima della Presanella. Dal lago superiore di Cornisello imboccando un vallone sulla destra si sale con il sentiero n. 216 al Pian delle marmotte e al Lago Scarpacò, 2.472 m (ore 1). Il sentiero della “Cannavaccia”, che parte dal ponte in Val Nambrone (segnavia n. 238) consente di salire in quasi 2 ore dalla Val Nambrone al rifugio dandoci la possibilità di ammirare la grande cascata di Cornisello, con il suo spettacolare e potente salto d’acqua.