Località: Lago di San Giuliano - Caderzone Terme (TN)

Quota: 1.960 m

Telefono: +39 0465-804457

Fax: -

Gestore: Antonella Amadei e fam.

Telefono gestore: +39 328/3677815 - +39 328/7571463

Sito: www.rifugiosangiuliano.it

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Descrizione

Una bellissima conca glaciale al cospetto della Presanella accoglie i due piccoli laghi di San Giuliano e Garzonè. A pochi metri dalla antica chiesetta - santuario dedicata a San Giuliano di Cilicia, una costruzione che risalirebbe al XIII secolo, sorge il piccolo rifugio San Giuliano. Dispone di 23 posti letto; è aperto dai primi di giugno ai primi di ottobre continuato per poi riaprire i week end fino a fine mese ( dall’inizio di ottobre contattare comunque il gestore per informazioni).

Apertura: 15 giugno.

Accessi

da Caderzone si sale per circa 7 km su strada forestale carrozzabile fino al parcheggio in località “POC DALI FAFC”. Poi si prosegue a piedi su un comodo sentiero n. 230 (ore 2)in direzione laghi di San Giuliano passando per malga “Campo”.

Itinerari raccomandati

dai laghi di San Giuliano e Garzonè è possibile seguire il sentiero n. 221 che in circa 1 ora conduce alla Bocchetta dell’acqua fredda (grande panorama sul Gruppo di Brenta) e dopo aver toccato il piccolo lago di Vacarsa e la malga Campostril, si imbocca il “sinter plan” per ritornare al parcheggio in località “POC DALI FAFC”. Lo stesso sentiero 221, prosegue in direzione ovest per risalire un piccolo dosso che separa la vallecola con i due laghi dalla Val Germenega, laterale della Val Genova da dove è possibile scendere verso i piccoli laghi di Germenega e la malga Germenega di mezzo (45 min. dal rifugio San Giuliano). In Val Germenega due possibilità: si può scendere con il sentiero n. 244 alla malga inferiore e quindi in Val Genova oppure salire fino al Passo del Forcellin che si affaccia sopra la Val Borzago per ammirare il Carè Alto. Infine gli escursionisti più allenati possono raggiungere la malga Germenega bassa e con il sentiero 215 risalire la selvaggia Val Seniciaga fino a Passo Altar, 2.385 m e da qui raggiungere il rifugio Carè Alto (ore 6 dai laghi).