Ricerca nel sito [min 3 lettere]

30-06-2017
Estate 2017 - Torna "Bande in vetta"
Il progetto denominato “BANDE IN VETTA” grazie alla collaborazione con l’Assessorato al Turismo della Provincia di Trento, Trentino Marketing e l' Associazione Gestori Rifugi del Trentino vede i corpi bandistici esibirsi nei mesi di luglio, agosto e settembre come intrattenimento musicale per i turisti che in estate visitano il nostro trentino.

25-06-2017
25 giugno - Giornata Europea del Rifugio
Si terrà domenica 25 giugno in Trentino la seconda edizione della Giornata europea del rifugio, promossa da Accademia della Montagna, in collaborazione con l'Associazione Gestori Rifugi del Trentino, la S.A.T., la Federazione Trentina dei Cori e Trentino Marketing. L'obiettivo è dare visibilità e valore alle strutture che storicamente presidiano la montagna e ne favoriscono la fruizione.

25-05-2017
Let's Dolomites!
Let's Dolomites! Ovvero le Dolomiti da vivere in percorsi tematici di 3 o più giorni accompagnati dalle Guide Alpine.

03-07-2015
Esce il video ďIl tempo dei rifugiĒ. Un racconto tutto da camminare!
Esce nel cuore dell’estate finalmente baciata dal sole, il video prodotto dall’Associazione Rifugi del Trentino, che raccoglie in se ben 146 rifugi di tutto il territorio trentino dal Garda alle Dolomiti. Un racconto tematico in due versioni una short version (1:50) ed una extended version (4:17), realizzate da H&P Projects.


02-03-2015
Di Rifugio in Rifugio: 13 proposte di trekking
È ora di pianificare le vacanze e qualche nuova idea non guasta, noi vi aspettiamo pronti ad accogliervi e, dove necessario, consigliarvi su cosa è meglio fare.

http://www.asat.com/
Partner tecnico dell'Associazione
Mappa
> SELEZIONA IL GRUPPO MONTUOSO DI INTERESSE
Gruppo Adamello Gruppo Sella - Lusia - Costabella - Monzoni - Marmolada Gruppo Latemar - Catinaccio - Sassolungo Gruppo Lagorai - C. Asta - Val di Cembra - Vigolana - Marzola Gruppo Presanella Gruppo Brenta Gruppo Alpi di Ledro - M. Casale Gruppo Piccole Dolomiti - Pasubio - Monte Finocchio - Altipiani di Folgaria Lavarone e Luserna Gruppo Pale di San Martino - Vette Feltrine - Cimonega Gruppo Cevedale Gruppo Monte Baldo - Stivo - Bondone - Paganella Gruppo Maddalene - Roèn Cime di Vigo
» Gruppo Brenta
Dove sorge la costruzione del rifugio Tosa nel 1881 la Società degli Alpinisti Tridentini eresse il primo rifugio alpino del Brenta. A pochi minuti dalla Bocca di Brenta il rifugio è in posizione strategica rispetto a tutti i principali itinerari escursionistici e alle pareti di più spiccato interesse alpinistico della catena centrale del Brenta.
Dal balcone naturale dietro al rifugio Montanara la vista corre dalle sponde del lago di Molveno, sale tra le fitte foreste di abeti fino a profili di monti: la Brenta alta, il Castello dei Massodi, gli Sfulmini. Poi inevitabilmente si sofferma su quello più insolito e quasi incredibile: il Campanil Basso, l’ardita guglia che è un po’ il simbolo del Gruppo di Brenta, per non parlare della vertiginosa parete del Croz dell’Altissimo. Il rifugio è aperto da maggio a ottobre e nei periodi di Natale e Pasqua. Dispone di 26 posti letto.

Il rifugio La Montanara  riaprirà per il ponte di aprile dal 23 al 25 aprile e per tutti i fine settimana di maggio, dal 28 maggio al 02 ottobre aperto tutti i giorni.



È l’osservatorio montano di tutta la Val Rendena. Per 365 giorni all’anno offre una panoramica che spazia dal Gruppo del Brenta al Carè Alto alla Presanella e quindi verso Madonna di Campiglio e il passo del Grosté. Dispone di 16 posti letto ed è aperto sia nella stagione estiva sia in quella invernale, in coincidenza con l’apertura degli impianti di risalita.
La Val d’Ambiéz nel parco naturale Adamello Brenta riveste un grande interesse naturalistico e alpinistico escursionistico. Accesso principale al settore meridionale del Brenta risalendola si incontrano tutte le fasce vegetazionali tipiche dell’area alpina. Dal rifugio Al Cacciatore si può ammirare lo spettacolo della serie di cime che formano il circo roccioso alla testata della valle. Il rifugio a conduzione familiare ha i seguenti periodi di apertura:
1 maggio-20 giugno sempre aperto weekend, in settimana solo su prenotazione;
20 giugno - 20 settembre sempre aperto;
20 settembre - 30 ottobre sempre aperto weekend, in settimana solo su prenotazione.

Dispone di 50 posti letto.
“Davanti agli occhi del viaggiatore si ergono torri, corni, cupole, colonne, guglie serrate in una infinita varietà. Egli pensa che qui sia l’officina della natura e questa l’ esposizione dei suoi modelli, oppure si ricorderà di qualche disegno architettonico”.


Ai piedi della vedretta degli Sfulmini il rifugio Alimonta appena rinnovato ci accoglie in uno degli scenari più suggestivi del Brenta. Un orizzonte di pietra, di guglie, campanili e poderose pareti che si innalzano dalla Val Brenta. Il rifugio ospita in luglio e agosto i corsi di roccia della Scuola di Alpinismo “Orizzonti Trentini”. Dispone di 94 posti letto. È aperto dal 20 giugno al 20 settembre compatibilmente con le condizioni meteorologiche.





Sulla destra orografica della Val delle Seghe, lungo l’itinerario che sale alla Bocca di Brenta, la suggestione viene creata dalla grande parete del Cròz dell’Altissimo che domina l’orizzonte del rifugio Selvata. Il rifugio dispone di 24 posti letto. Aperto dal 20 giugno al 20 settembre.


La dorsale boscosa dei Casinei divide la Vallesinella dalla Val Brenta. Al centro di una piccola radura al limite del bosco, il rifugio ci accoglie al termine del sentiero da Vallesinella e prima di proseguire la marcia verso il cuore del Brenta. Il rifugio dispone di 60 posti letto; è aperto da giugno fino alla prima decade di ottobre.
Il settore settentrionale del Gruppo di Brenta è la parte più “selvaggia” della catena, non a caso è questa la dimora degli ultimi esemplari di orso bruno delle Alpi; un ambiente aspro anche se privo dell’imponente presenza verticale di cime, guglie, torrioni. Il rifugio Peller è un punto di appoggio ideale per esplorare questo settore del Brenta.
Il rifugio Silvio Agostini nell’anfiteatro naturale dell’alta Val d’Ambiéz, è un importante punto di partenza per le escursioni e le ascensioni su alcune famose cime del Brenta, la Cima d’Ambiéz e la Cima Tosa in particolare. Ristrutturato di recente, in stile prettamente alpino, offre quel comfort indispensabile per far sentire gli alpinisti come a casa propria.



Nel territorio del Parco naturale Adamello Brenta il rifugio sorge circa a metà della Val d’Algone, all’altezza di una vecchia vetreria del 1800 di cui rimane ancora visibile l’originale ciminiera. Il rifugio è aperto dal 1 giugno al 30 settembre (su richiesta anche in maggio e ottobre). Dispone di 10 posti letto.



Ristrutturato nel 1990 è stato pensato come struttura polivalente ricettiva e di servizio per accogliere corsi di formazione sulle discipline della montagna, e per chi opera professionalmente in montagna, guide alpine, soccorso alpino, maestri di sci.

12 piccole conformazioni rocciose su un vicino passo hanno dato il nome a questo rifugio ai piedi delle vedrette d’Agola e Pratofiorito. Il rifugio, gestito da alcune generazioni dalla famiglia Salvaterra è stato sottoposto a una completa ristrutturazione; dispone di 38 posti letto. A pochi minuti dal rifugio, scavata nella roccia, c’è la chiesetta della Madonna Ausiliatrice dove ogni anno - a partire dal 1952 - l’ultima domenica di luglio si celebra una Messa in ricordo di tutti i caduti della montagna.
Il rifugio che sorge nel bosco sopra San Lorenzo in Banale dispone di 20 posti letto ed è aperto tutto l'anno. Poco sopra il rifugio c’è anche una palestra di roccia attrezzata. 
Ai piedi della imponente parete del Croz dell’Altissimo il rifugio si trova sul principale itinerario di accesso al Gruppo di Brenta da est, percorso nella seconda metà dell’800 dai primi esploratori-alpinisti del gruppo. Il rifugio è aperto dall’1 giugno al 30 settembre e tempo permettendo anche nei fine settimana di maggio e ottobre. Dispone di 19 posti letto.
Nella val delle Seghe, al centro di una radura ai piedi di Cima Cresole in vista del Croz dell’Altissimo il rifugio dispone di 16 posti letto ed è aperto dal 20 giugno al 20 settembre.

IL RIFUGIO E' CHIUSO PER LAVORI.
A poco più di un’ ora di cammino dal Passo Grostè e a circa 2 ore da Vallesinella, ci si ritrova proiettati in un ambiente severo, caratterizzato dalla abbondanza di morfologie glaciali e rarità naturalistiche: pareti verticali, vedrette, lo scivolo ghiacciato di Cima Brenta.
ASSOCIAZIONE GESTORI RIFUGI DEL TRENTINO - Via Degasperi, 77 38123 Trento - 0461/923666 - info@trentinorifugi.com - P: IVA 02250340227