Ricerca nel sito [min 3 lettere]

29-09-2018
Palarondatrek: weekend di settembre e ottobre
Il meraviglioso autunno sulle Pale di San Martino.

Rifugi aperti anche nei weekend:
  • 29/30 settembre
  • 6/7 ottobre
  • 13/14 ottobre
www.palarondatrek.com
Rifugio Canali "Treviso - Rifugio Pradidali - Rifugio Rosetta - Rifugio Velo della Madonna - Rifugio Mulaz

07-10-2018
Rifugio Capanna Passo Valles - Valles Bier Fest - 6/7 ottobre
Piccola Festa della Birra con pietanze tipiche bavaresi e birra Hacker-Pschorr Oktoberfest.

Sabato 6 ottobre dalle 10.00 alle 24.00
Domenica 7 ottobre dalle 10.00 alle 22.00

Per info: 0437/599136 - info@passovalles.com


03-07-2015
Esce il video “Il tempo dei rifugi”. Un racconto tutto da camminare!
Esce nel cuore dell’estate finalmente baciata dal sole, il video prodotto dall’Associazione Rifugi del Trentino, che raccoglie in se ben 146 rifugi di tutto il territorio trentino dal Garda alle Dolomiti. Un racconto tematico in due versioni una short version (1:50) ed una extended version (4:17), realizzate da H&P Projects.


02-03-2015
Di Rifugio in Rifugio: 13 proposte di trekking
È ora di pianificare le vacanze e qualche nuova idea non guasta, noi vi aspettiamo pronti ad accogliervi e, dove necessario, consigliarvi su cosa è meglio fare.


01-08-2012
Su Facebook la pagina dell'Associazione!
L'Associazione Rifugi del Trentino è finalmente anche su Facebook:
http://www.facebook.com/rifugideltrentino

Cliccate "Mi piace" e segnalateci le pagine dei vostri rifugi!

http://www.asat.com/
Partner tecnico dell'Associazione
Escursioni

EEA - Anello corto dei Reti (Rif. Treviso)
Difficoltà : 0
Tempo di percorrenza : -
Il dislivello : -
Luogo di partenza : Rif. Treviso
Luogo di arrivo : Rif. Treviso
Il punto più alto : -
Descrizione

Ecco il famoso Anello corto dei Reti, uno die più fantastici giri nei segreti del colosso Cima dei Lastei che vi presentiamo in anteprima assoluta!  Si passa attraverso uno dei luoghi meno frequentati, forse il meno frequentato, percorrendo in salita una serie di canali invisibili dal basso che partendo dalla base est della parete, nel canalone immediatamente a sud della Cima Finestra, taglia la base della parete SE e S vere e proprie fino a raggiungere, tenendo sempre la direzione E verso Ovest, l’angolo di rara bellezza dell’alto Vallon de la Caza, aperto soltanto a S e senza poter vedere alcuna costruzione: soltanto boschi, rocce, pascoli per camosci, camosci e mughi. Se pensate di bivaccare c’è un luogo comodissimo. Fatelo sia con la luna piena che senza luna. C’è un buio perfetto da osservazioni astronomiche ed un silenzio da impazzire. L’unico difetto è che si tratta di un percorso alpinistico con passaggi di II grado talvolta su pendii terrosi e richiede una doppia da 30 metri per superare un salto friabile.


Si parte dal Rifugio Treviso con il sentiero 707 in salita e si oltrepassa di 200m la piazzola dell’elicottero. Nel punto dove il sentiero comincia a salire decisamente si attraversa in direzione NE verso lo sbocco del primo grande ghiaione con un saliscendi nel bosco. Si risale il ghiaione fin dove comincia ad inoltrarsi (1720m) tra le quinte della base della Cima dei Lastei, proprio sotto la Cima Finestra. Si supera sulla sinistra o direttamente la strozzatura liscia di un grande masso incastrato (II+) poi si piega gradatamente a sinistra stando sempre nel canalone fino ad una prima forcella (2000m). Si scende leggermente in corrispondenza di una apertura verso sud poi si risale un altro canalone che porta alla seconda forcella (2100m); ancora una brevissima discesa per salire alla terza forcella (2230m) passando sotto un gigantesco masso. Qui si intravede la ripida conca alta del Valon de le Caza. Una breve discesa prevalentemente sulla sinistra del canale porta nella conca. (ore 2,20 dal rifugio). In questo anello è previsto di scendere direttamente per il Valon de la Caza. Ci si tiene a destra quasi sul bordo del canale che costeggia la Pala del Colombi e si scende lungamente finché dei mughi ostruiscono il passaggio. Ci si inoltra nei mughi per 15 metri ad un intaglio della crestina rocciosa. Senza farsi trarre in inganno dai facili pendii sul versante sinistro del vallone, ci si cala a destra con una doppia di 27-30 metri che facilita l’ingresso nel canalone principale. Si scende per questo superando diversi piccoli salti. Quando il salto diventa impraticabile si aggira sulla parete di sinistra con arrampicata di scarso divertimento, a meno che non si preferisca fare un’altra doppia. Dopo il salto si raggiunge rapidamente l’uscita all’altezza della parete alta del Giardino dei faggi. Continuando nel canale si raggiunge presto il sentiero 711 che riporta al rifugio dopo 5 ore di ‘navigazione’ accolti amorevolmente con un tè caldo al limone o un buon caffè d’orzo… 



I rifugi nella zona

ASSOCIAZIONE GESTORI RIFUGI DEL TRENTINO - Via Degasperi, 77 38123 Trento - 0461/923666 - info@trentinorifugi.com - P: IVA 02250340227